Sedi


Il Dipartimento di Giurisprudenza della Seconda Università degli Studi di Napoli
, nato per effetto della Legge 240/2010 (cd. Riforma Gelmini) dall’aggregazione della Facoltà di Giurisprudenza, il Dipartimento di Discipline Giuridiche ed Economiche Italiane Europee e comparate, il Dipartimento di Scienze Giuridiche, ha sede dal 1992 nel cuore del centro storico della città di Santa Maria Capua Vetere, all’interno della splendida cornice di Palazzo Melzi. Tale edificio, recentemente ristrutturato, venne edificato alla fine del 1500 per iniziativa del Cardinale Camillo Melzi, a ridosso della Basilica di Santa Maria Maggiore, per accogliere la mensa arcivescovile.

Successivamente, dismessa questa prima destinazione, ha ospitato per oltre un secolo e mezzo – dal 1809 al 1985 – gli uffici del Tribunale di Terra di Lavoro e, per un breve periodo, anche quelli dell’Amministrazione comunale. Senza affatto stravolgere le caratteristiche architettoniche, recuperate – dopo alcuni anni di abbandono – grazie ad un sapiente intervento di ripristino delle facciate esterne e degli stucchi degli ambienti interni più rappresentativi, i recenti lavori di adeguamento dell’edificio di via Mazzocchi ne hanno consentito la compiuta destinazione a fini di didattica e di ricerca. Oltre all’Aula Magna, dedicata al primo Preside della Facoltà – Prof. Gennaro Franciosi, insigne studioso del Diritto romano – che si caratterizza per la presenza di imponenti capriate, e all’Aula intitolata allo studioso di Diritto del lavoro, Prof. Massimo D’Antona – per alcuni anni docente della Facoltà, prima di essere barbaramente ucciso a Roma dal terrorismo armato – , la struttura contiene altre otto aule, trentadue studi per i docenti, un’aula informatica ed una per la didattica linguistica, gli uffici della segreteria studenti. Al piano terra è situata la biblioteca, in via di ulteriore espansione, a seguito dei lavori di restauro, che raccoglie oltre 45 mila volumi e 560 riviste, sia cartacee che su supporto informatico. L’acquisto del fondo librario appartenuto al romanista Mario Lauria e le donazioni di alcune migliaia di volumi da parte degli eredi dell’Avv. Raffaele Papa, del Foro sammaritano, e di quelli dell’Avv. Ferdinando Clemente di San Luca, già Presidente della Regione Campania, hanno consentito un importante arricchimento del patrimonio bibliotecario.
Gli abbonamenti on-line alle più importanti banche dati giuridiche, nazionali ed internazionali (dall’archivio Do.Gi, alle banche dati Lexis/Nexis, Westlaw, Kluwerlaw e Foro Italiano), completano, infine, il quadro delle fonti di ricerca a disposizione dell’utenza.

Dal 2006 è attivo l’Aulario che, grazie alle sue capienti aule (tra cui una che può contenere fino a 500 studenti), un ampio parcheggio, una sala lettura ed una bouvette per il ristoro, completa la sistemazione logistica del Dipartimento ed il ventaglio di servizi offerti agli studenti.

La vicinanza di Palazzo Melzi e dell’Aulario alla stazione ferroviaria ed al casello autostradale di Santa Maria Capua Vetere, ne consente un agevole accesso da parte degli studenti provenienti dalla Provincia di Caserta e dagli altri Comuni della Regione Campania e delle Regioni limitrofe.

 

 

   

  

cerca